kiwanis

GITA A VALGUARNERA-CAROPEPE PER FESTA DI SAN GIUSEPPE E RACCOLTA FONDI PER ELIMINATE CON LA VENDITA UOVA PASQUALI PDF Stampa E-mail
Domenica 22 marzo 2015 la commissione per le attivita’ ricreative del KC-Acireale ha organizzato una gita sociale  a Valguarnera – Caropepe per assistere alla tradizionale festa di San Giuseppe, alla quale hanno aderito un nutrito corpo di soci e simpatizzanti che hanno riempito il bus di 54 posti che da Acireale ci ha portato in questo simpatico comune della provincia di Enna.

Pur con un clima inclemente, pioggia, nebbia e freddo, abbiamo avuto la possibiltà con le guide che ci hanno accompagnato di ammirare e gustare le cosiddette “ Tavolate “ , ricche di prodotti tipici che ci sono stati offerti con particolare gentilezza sia in  quantità  che qualità lungo le strade della cittadina.



-Visita a la “ Casa Museo Caripa “:

- L'Associazione Valguarneresi nel Mondo ha inaugurato a Valguarnera il 22 marzo 2014 una Casa Museo denominata "Caripa"  in via Filippo Turati 87. La Casa Museo è una abitazione trasformata in museo. Questa con i suoi arredi, cimeli ed oggetti costituisce un percorso espositivo che  rappresenta la vita le tradizioni e i valori della società valguarnerese in cui si viveva. La Casa Museo Caripa, in origine era probabilmente una torre medievale  posta a controllo della vicina Porta di Piazza, e poi riutilizzata ad abitazione. La Casa  si sviluppa su tre piani: 1.    il pianoterra è costituito da due stanze cosiddetti catoji: uno è adibito a sala mostre, l'altro rimane una stalla così come era in origine. 2.    il primo piano consta di due stanze: un salone ed una stanza da letto 3.     secondo piano è formato da quattro stanze la tipica cucina a legna, la stanza da pranzo, una stanzetta, ed un piccolo e caratteristico bagno. La Casa museo ha ricevuto il patrocinio del club Unesco di Enna. La realizzazione della casa Museo è avvenuta con la preziosa collaborazione tra i membri dell’Associazione Valguarneresi nel Mondo e la confraternita di San Francesco.

- Visita al “ Museo Antropologico in palazzo Prato “ :

- Il 24 agosto 2010 è stata formalizzata un intesa tra il Comune di Valguarnera e l'Associazione Valguarneresi nel Mondo, che ha dato vita presso il novecentesco Palazzo Prato, ad un museo Etno Antropologico dell'Emigrazione-Valguarnerese.
Con il museo si recuperano e si conservano gli oggetti che hanno fatto parte della comune storia e della vita quotidiana di intere generazioni di Valguarneresi costrette in passato (e non solo), come la maggior parte delle comunità siciliane, ad una vita difficile e piena di fatiche, ma certamente e per questa dignitosa, non può essere dimenticata.
gli attrezzi e gli oggetti del lavoro nei campi, nelle miniere, nella vita domestica, l'emigrazione, per tutto quello che rappresentano dal punto di vista culturale, di appartenenza all'uomo, vanno nel loro vero significato mantenuti e trasmessi non come oggetti, ma come valori.
Per questo l'Associazione Valguarneresi nel Mondo si pone l'obbiettivo di tramandare questi valori alle generazioni future, perchè un popolo, una comunità, che non conosce o, peggio, perde le proprie radici, perde inesorabilmente la propria identità.
In questo contesto si è provveduto a vendere le Uova Pasquali Kiwaniane il cui ricavato è destinato al “ Progetto Eliminate “.
Il nostro Presidente Michele Cali’ ha inoltre  incontrato il Presidente del Kiwanis Club Enna dr. Antonino Papotto che è venuto a trovarci al Museo per un cordiale saluto.
Nel pomeriggio abbiamo assistito ai cosiddetti “ Miraculi “ con i cavalli che portano ceri e grano offerti dalla popolazione a San Giuseppe in ringraziamento per le grazie ricevute.
Nonostante le condizioni climatiche avverse la gita ha avuto un certo successo ed un particolare ringraziamento va, oltre alla Commissione addetta, a Gaetano Sambataro, nostro socio, che ha mediato con gli amici valguarneresi  ed in particolare con l’avv. Carlo Bellone “Presidente dell’Associazione Valguerneresi nel mondo” per la organizzazione e la riuscita della giornata.
         Acireale, 22 marzo 2015                                           Ignazio Mammino