La festa della donna ricordano Giordana PDF Stampa E-mail

KIWANIS CLUB ACIREALE LA FESTA DELLA DONNA RICORDANDO GIORDANA ASSASSINATA E IL  SERVICE PER LA CARITAS DI ACIREALE


QUESTA TRISTE STORIA E’ SINTETIZZABILE COSI’:

- Due anni fa, Giordana Di stefano (20 anni al momento della morte) sporse denuncia di stalking contro il suo compagno Luca Priolo (24). L'uomo doveva partecipare alla prima udienza del processo, ma prima ha chiesto alla ragazza un ultimo incontro; è scattato un litigio tra i 2 ed il Priolo ha pugnalato la ragazza uccidendola. Dopo l'infame delitto, Luca Priolo aveva maturato il piano di far perdere le sue tracce fuggendo in Svizzera, ma è stato fermato a Milano. Il fattaccio è avvenuto a Nicolosi (in provincia di Catania) il 7 Ottobre 2015. Giordana Di Stefano era madre di una bambina di 4 anni, amava danzare e sognava di diventare ballerina un giorno. Il  motivo del diverbio, scaturito in omicidio, lo ha raccontato lo stesso omicida agli inquirenti: "Non voleva farmi più vedere mia figlia, ho dovuto ucciderla". Il cadavere della Di Stefano è stato trovato in un'auto, il suo assassino l'ha pugnalata ben 42 volte.-
A distanza di cinque mesi è lacerante il ricordo di questa bella ragazza che ha danzato in varie occasioni per il Kiwanis Club Acireale e  per Divisione 2 in eventi importanti che nel recente passato sono stati organizzati. Ella faceva parte del gruppo di danza Compagnia Tecnè del maestro Alosha (Giuseppe Marino).  Sono stati organizzati in sua memoria, in concomitanza con la Festa della donna tre toccanti momenti:
- 1° Sabato 5 marzo un concorso per varie scuole di danza in vari stili, presso il Centro Congressi di Nicolosi, intitolato “ Premio Giordana “ organizzato dal maestro Alosha. Sullo stesso palco ove Giordana aveva piu’ volte danzato si sono esibiti numerosi ballerini ed anche la sorella della ragazza uccisa che ha interpretato una struggente danza del dolore.
Erano presenti la madre ed i familiari piu’ intimi, oltre ad un teatro pieno di gente che hanno partecipato all’evento.
La eterea presenza di Giordana aleggiava con una  farfalla bianca che svolazzando  spesso si posava sulla spalla della presentatrice….
. 2° Lunedì 7 marzo in Acireale è stata scoperto un monumento in presenza di autorità kiwaniane quali il Presidente Alfredo Belfiore, il Lg.te Governatore Divisione 2  Ignazio Mammino, il Tesoriere del KDISM Nunzio Spampinato , il maestro Alosha ( promotore dell’iniziativa) l’assessore alla Solidarietà Sociale Adele D’Anna, il vice sindaco di Acireale Venerando Ardita, la mamma, la sorella e tanta altra gente..IL monumento porta in alto una “sedia vuota “ che rappresenta la sedia con cui Giordana insieme alle sue colleghe danzava in una particolare coreografia; una sedia senza “ lei “.
- 3°-Martedi’ 8 marzo, un corteo di tanta gente ha sfilato  da piazza Indirizzo fino al piazzale antistante la chiesa di San Pietro e Paolo. Qui le danzatrici dopo aver portato per tutto il percorso tante sedie hanno eseguito con esse alcune coreografie in ricordo di Giordana. Il Kiwanis Club Acireale era presente con le sue massime autorità.
Finita la manifestazione il gruppo kiwaniano si è recato presso la non lontana sede vescovile di Acireale ove al Presidente delle Caritas acese in presenza del vescovo Mons. Antonino Raspanti, è stata consegnata una busta come service di attività svolte nell’anno sociale 2014-2015 durante la Presidenza di Michele Calì. E stata volontà del Presidente Alfredo Belfiore che fosse l’ Imm. Past Presidente a consegnare la somma raccolta.
Sono state tre giornate intense in cui il dolore, il ricordo e la carità hanno costituito una triade unificante e dove il Kiwanis ha dato il suo apporto in rispetto dei suoi principi.


19 marzo 2016