kiwanis

LA RACCOLTA DEI RIFIUTI SOLIDI PDF Stampa E-mail
CONVEGNO  INTERCLUBS SERVICE
Rotary – Fidapa – Lions – Kiwanis – Soroptimist – Inner Wheel
 Università degli Studi di Catania
            
LA RACCOLTA DEI RIFIUTI SOLIDI


Il 13 febbraio 2010, presso Aula Magna  della Facoltà di Lettere e Filosofia del Monastero dei Benedettini di Catania, si è tenuto il convegno interclubs service dal tema: “ La raccolta dei rifiuti solidi “.
Il Kiwanis Club Acireale  ha aderito e partecipato come componente della Div. Sicilia  2 alla iniziativa. Fra i nostri soci presenti annoveriamo il Presidente prof. Antonino Pulvirenti, il Past-President dr. Ignazio Mammino, il Tesoriere dr. Alfredo Belfiore e la Vice Presidente Maria Finocchiaro.
Si è voluto mettere a confronto l’esperienza della città di Brescia e quella di altre realtà locali quale l’attività della ATO Tp2 Belice Ambiente ed ATO Ag2 Gesa.
Dopo i rituali saluti delle autorità presenti ed in particolare del nostro Lg.te Gov. Giuseppe Geremia che ha brevemente fatto un cenno storico/scientifico sulla problematica dei rifiuti,  è stata la volta dell’ing. Saverio Zetera , resp. Uff. Sviluppo ed Osservatorio Rifiuti Gruppo A2A Spa – Brescia, il quale ha descritto la politica del cosiddetto “ Ciclo Integrato” mediante  l’utilizzo per il 36% del sistema di raccolta differenziata e per il 64% l’immissione nel Termovalorizzatore dei rifiuti non recuperabili. Esso è entrato in funzione nel 1998. Dal 2001 si passa alla raccolta differenziata al 50%: la cosiddetta “la metà è la meta “.
Il tutto in un concetto globale in cui entrano in ballo ed integrano la procedura altri interventi quali ad es. il recupero dei PC vecchi ed il loro riciclaggio nelle scuole elementari , i pannolini lavabili e così via… Egli ha inoltre sottolineato come la immissione in atmosfera di prodotti dannosi per la salute sia del tutto minimale e che il carico maggiore è dovuto alle industrie, in particolare acciaierie che gravitano nel bresciano ed al traffico motorizzato. Inoltre  quanto residuato , le ceneri, vengono inviate in Germania ove vengono utilizzate per riempire cave sotterranee a rischio di crollo.  Il termovalorizzatore riesce a fornire 570 milioni di kilowattore  per il fabbisogno elettrico  di 190.000 famiglie  e con una rete  di 606 km di doppia tubatura per la distribuzione di calore a 18.899 edifici. Nel 2006 la Columbia University ha riconosciuto il Termovalorizzatore di Brescia come il primo al mondo in riferimento ad una serie di parametri e caratteristiche d’idoneità richieste.  Un impianto simile  in versione piu’ ridotta e le modalità di raccolta rifiuti basata prevalentemente su cassonetti differenziati, si trova a Bergamo.
Il prof. ing. Federico Vagliasindi , ordinario di ing. sanitaria presso università di Catania, ha brevemente descritto le modalità di riordino delle aree Ato in Sicilia in un contesto di  riordino provinciale per razionalizzare la raccolta dei rifiuti .
Infine l’avv. Francesco Truglio, amministratore unico Ato Tp2 Belice Ambiente Spa ed Ato  Ag2 Gesa Spa, ha portato alla nostra conoscenza l’esperienza della raccolta dei rifiuti differenziata porta a porta che in particolare, nelle aree di sua competenza, ha sortito effetti decisamente positivi per i cosiddetti utenti/clienti e per il personale lavorativo, gratificato anche nella stabilità economica grazie ai risultati ottenuti.
Un acceso dibattito ha concluso la conferenza, che in questa fase è stata volutamente riservata ai soli club-service, ai tecnici ed ai non politici, per un confronto reale e non inficiato da interessi di parte. Seguirà , ovviamente, una prossima fase di diretto coinvolgimento dei soggetti politici  per trovare insieme le vie per un equlibrato sistema integrato di raccolta e smaltimento dei rifiuti nelle nostre aree siciliane ed in particolare nel catanese.
Si allega al presente il discorso introduttivo e di saluto del nostro luogotente.

  Acireale,15 febbraio 2010                                            

Ignazio Mammino
Segretario Divisione Sicilia 2


 

Articoli correlati