/CATANIA EST PASSAGGIO DELLA CAMPANA DISCORSO DEL PRESIDENTE INGOMING Avv. Carmela Castelli

CATANIA EST PASSAGGIO DELLA CAMPANA DISCORSO DEL PRESIDENTE INGOMING Avv. Carmela Castelli

Sig Governatore, sig. Lgt governatore, autorità Kiwaniane tutte, illustri ospiti, cari amici, quando l’anno scorso mi hanno proposto la presidenza del club, ho provato a rifiutare ritenendolo un incarico oneroso per il poco tempo a disposizione che la libera professione mi lascia; e avendo assistito all’attività brillante svolta dal presidente uscente dott. Nuccio Giuffrida, al quale va il mio plauso personale ed un sentito grazie a nome del club, oggi assumo questa presidenza con timore sapendo di raccogliere un’eredità difficile da ragguagliare, ma con grande orgoglio.
Non è indifferente essere posti alla guida di un club Kiwaniano, e non mi soffermerò qui a dire quello che i club kiwanis rappresentano nel mondo, e quello che essi riescono a fare, dico solo che appartenervi è importante è un prestigio e noi tutti ci siamo solo perché lo vogliamo, e ciò perché crediamo nei valori umani nell’accezione più alta ed in quelle finalità di cui prima abbiamo dato lettura chesonostate fatte proprie dal Kiwanis ma che noi tutti portiamo nel cuore da sempre, impegnandoci giorno dopo giorno al raggiungimento del service, che è l’elememto principale e pregnante dell’organizzazione Kiwaniana.
Ecco Tutti Voi avete letto sul biglietto il motto “per il sorriso dei bambini”, il perché di questa scelta è subito detta: noi ci proiettiamo nel futuro attraverso i bambini, essi rappresentano il nostro futuro, e se i bambini sorridono noi avremo la possibilità di un mondo migliore, tanto dal punto di vista dei valori umani, che oggi purtroppo sono in netto declino, quanto dal punto di vista della ricerca scientifica, a cui le giovani promesse vanno invogliate e spinte, perché il loro benessere è il nostro benessere è il benessere della collettività.
Non possiamo certo dimenticare ciò che è accaduto in questi giorni a Messina, e chi di Voi ha comprato ieri il giornale “la Sicilia” non può essere indifferente di fronte alla foto di Ilaria sorridente che oggi non c’è più – non dimentichiamo questo sorriso fiducioso – titola , ed io mi chiedo cosa possiamo fare noi kiwaniani per scongiurare simili catastrofi?
Ebbene il nostro compito è quello di fare informazione, visibilità, farci portavoci di bisogni, esigenze e necessità, della comunità e del territorio, ed è per questo che io ho chiesto ai membri del direttivo di attivarsi e farsi portavoce di necessità della comunità territoriale ove potere intervenire seriamente, così come è in questa ottica che incoraggio il nostro Nuccio Giuffrida a non perdere di vista il progetto legislativo che è stato presentato nell’ultima conferenza , poiché essere propulsori di leggi e progetti di tal fatta è a mio avviso, una delle più alte espressioni Kiwaniane.
Per quanto poi riguarda l’attività programmatica vi posso dire che questo presidente ha in animo tra tutti gli obiettivi quello di mettere in atto un service vivo ed attivo che sia d’impatto ed immediatezza con la nostra collettività.
Sono poi previste gite, caminetti e conferenze di vario tipo a cui stanno lavorando non solo i componenti del direttivo ma anche alcuni soci che si sono fatti promotori di varie iniziative, alcune delle quali le vedrete già oggi scorrere sui vostri tavoli, contribuendo così fattivamente a sentirsi parte di quella che è la grande famiglia kiwaniana.
Carmela Castelli
Presidente