/Filippo Lizzio

Filippo Lizzio

 

ANNO SOCIALE 2001-2002 e 2002-2003

Nato ad Acireale il 01-10-1937. ha frequentato nella stessa città lescuole presso l’istituto dei fratelli delle scuole Cristianeconseguendo il diploma di maturità classica.

Trasferitosi a Torino per ragioni di studio ha conseguito presso il Politecnico diTorino nel luglio del 1964 la laurea in ingegneria civile sezionetrasporti.

Nella stessa città ha iniziato la propria attività professionalecollaborando alla realizzazione di strutture di ogni tipo presso unrinomatissimo studio di ingegneria gestito da due illustricattedratici il prof. Ing. Franco Levi titolare della cattedra discienze delle Costruzioni ed il prof. Ing. Cesare Castiglia titolaredella cattedra di Strade Ferrovie ed Aeroporti presso lo stessoPolitecnico.

Rientrato ad Acireale ha alternato alla attività di ingegnere liberoprofessionista quella di costruttore in campo edile, ricoprendoaltresì la carica di amministratore in imprese e società dicostruzioni.

Nel 1997 entra a far parte del Kiwanis club di Acireale come socioordinario.

Nello stesso club si rende promotore e partecipe di numerose attività.Successivamente ricopre per ben due anni la carica di presidente(anni sociali 2001- 2002 & 2002 – 2003) distinguendosi per ilnotevole impulso conferito al club, aumentandone la visibilità nelterritorio mediante prestigiose manifestazioni culturali di notevoleimpatto sociale. Ricordiamo le più significative “Immagini diAcireale nel tempo” a cura del prof. Franco Calì – “Le torrigemelle di New York” modalità di collasso strutturale dopol’attentato………”; a cura dell’ing. Andrea Santangelocollaboratore del più prestigioso studio di ingegneria della cittàdi New York; “I trapianti di organi nel terzo millennio……….”a cura del prof. Romeo della equipe del prof. Pierfrancesco Veroux;“I ponti sospesi nel mondo ed il ponte sullo Stretto di Messina”a cura del prof. ing. Michele Maugeri e “itinerari di architetturanel XX secolo” a cura dell’architetto Giuseppe Arcidiacono.

Kiwaniano convinto ha favorito l’ingresso di un consistente numerosi nuovisoci.

Si è sempre attivato in aiuto di alcune realtà locali bisognose diaiuti ed ha attivamente collaborato con i vari governatori deldistretto Italia alla realizzazione di un nutrito programma diService.

Ricordiamo il service “Sabbia per acqua” finalizzato alla realizzazione dioltre 160 pozzi di approvvigionamento idrico in Africa ed incollaborazione con “Medici senza frontiere” ha contribuito allamostra itinerante “Somalia oltre la guerra” finalizzata adaiutare i bambini somali affetti da seri problemi di alimentazione emalattie devastanti come TBC e AIDS.

Sensibile  ai rapporti di amicizia ed agli interscambi tesi ad unapprofondimento delle varie realtà kiwaniane, ha partecipato adimportanti eventi nazionali ed internazionali, quali la conventiondistrettuale di Roma e di Stresa, la convention Europea di Praga edil gemellaggio del club di Giarre con quello di Praga.Precedentemente come socio ha partecipato al gemellaggio tra il clubdi Acireale e quello di Ottawa in Canada, e quello tra il club diAcireale e Bellinzona e Valli in Svizzera.

Fermamente convinto dell’opportunità e del coinvolgimento delle nuovegenerazioni ha creato le premesse per la rinascita poi avvenuta neglianni successivi nella veste di Adviser, del Kiwa-Junior di Acireale edi altri club giovanili e sponsorizzati, realizzati subito dopo.

Ha avuto l’onore ed il piacere di ospitare tramite Nicola Russo connumerosi amici i presidenti internazionali Dave Curry e Ito Torres.

Ha realizzato un DVD in italiano ed inglese “Acireale tra l’Etna edil mare” finalizzato alla promozione anche turistica della nostracittà, di cui sono stati omaggiati i vari soci e le varie autoritàkiwaniane anche straniere in visita nella nostra città.