/Messaggio di Saluto del Lgt. Governatore Giuseppe Geremia anno sociale 2009-2010

Messaggio di Saluto del Lgt. Governatore Giuseppe Geremia anno sociale 2009-2010

Cari amici, rinnovo i saluti, e Vi ringrazio per la grande e autorevole presenza a questa grande conviviale del passaggio delle consegne dei luogotenenti e del passaggio della campana dei presidenti. Ciò è ammirevole, dimostra quanta amicizia c’è tra noi e quanto amore per il sodalizio kiwaniano.
Porto i saluti del Governatore Valeria Gringeri, i saluti di Alfio Privitera Chairman alle manifestazioni e i saluti del Presidente del Kiwanis International Federation Europee (KIEF) dott. Gianfilippo Muscianisi 
Ringrazio per la presenza il Past Trustee Internazionale Dott. Nicola Russo e vi comunico che dal 1° ottobre è anche Segretario della Federazione europea. 
Un grazie al Past Governatore distinto e fondatore del Kiwanis Junior in Italia, Ing. Isidoro Privitera, che da 35 anni è socio fondatore del club Catania Centro ed è sempre attivo e attento a tutte le manifestazioni kiwaniane.
Il passaggio delle consegne tra luogotenenti è un momento importante per la divisione, si fa il consuntivo di un anno passato e si progetta il futuro, e non si pensa, che chi lascia una carica autorevole, dopo un anno di proficuo lavoro, si possa rattristare. Vedere scaduto il proprio mandato sicuramente dispiace, ma credo che Filippo sia abbastanza tranquillo, perché sa di aver lavorato bene, di aver dato molto alla Divisione, e sa di darne ancor di più.
Sono sicuro che mi sarà vicino per portare a termine i progetti di sviluppo in corso e per avviare i nuovi progetti nell’ambito del Distretto Italia-San Marino in quanto nominato per il nuovo anno nel team dell’imm. Past Governatore Sergio Rossi.
Con Filippo, abbiamo passato un anno ricco di eventi e di emozioni. Gli eventi li ha ricordati egli stesso proiettando un DVD ricco di foto, molto interessante, che la cara Rita Fieramosca ha preparato con tanto impegno. 
Non posso non ricordare la giornata dell’Infanzia al teatro Sangiorgi, il Gran concerto di beneficenza all’Anfiteatro le Ciminiere di Catania, e i festeggiamenti del Kiwanis day del 4 aprile con il coinvolgimento del Kiwanis Junior, Builders Club e K-Kids.
Le emozioni, ci sono state e sono tante. Ricordo in particolare la presentazione dei nuovi K-Kids nell’Aula Magna del Plesso scolastico“ Circonvallazione “ di Aci Sant’Antonio. Vi assicuro che sentire gli inni europeo ed italiano suonati e cantati dai bambini della K-Band e dal coro dei K-Kids e vedere i loro volti radiosi e felici e assistere all’entusiasmo dei giovani officers è stato davvero emozionante.
Filippo è il luogotenente che è riuscito, dopo tanti anni, a formare club sponsorizzati dalla nostra divisione. Sono stati costituiti infatti un club a Taormina un club in Sardegna e club giovanili K-Kids e Builders Club, cioè club di bambini di scuola elementare e club di ragazzi di scuola media.
Da luogotenente eletto ho seguito le attività ed ho avuto modo di apprezzare le sue scelte, il suo entusiasmo e il suo modo di dirigere. 
Filippo è stato presente a tutte le manifestazioni kiwaniane con modestia e signorilità.
Lo ringrazio ancora e lo terrò come modello di officer kiwaniano. Grazie Filippo.
Ho apprezzato anche il lavoro del Comitato di divisione, in particolare del Segretario Avv. Giuseppe Spampinato, della Webmaster Prof.ssa Rita Fieramosca per la dedizione all’informazione e per la stesura puntuale del bollettino divisionale KNews, ormai al terzo anno di edizione e la Chair Women Prof.ssa Rita Avallone per aver avviato la consulta delle donne kiwaniane che quest’anno dovremmo concretizzare coinvolgendo ancor di più tutte le donne kiwaniane socie, le amiche, e le moglie dei soci per aumentane la presenza femminile nei club.
Adesso dovrei parlare del mio anno che sta per iniziare, dovrei parlare del programma, ma prima vi voglio dare alcune definizioni sul Kiwanis che tanti giovani soci ed anche ospiti mi hanno chiesto di esprimere con parole semplici, ad esempio: quale è il ruolo del Luogotenente governatore e il significato del Service nel Kiwanis. 
Vi dico subito, che il Luogotenente governatore è un organo del Distretto e rappresenta il governatore nella divisione, e come tale la sua funzione principale è assicurare il buon funzionamento dei club compresa la conformità agli scopi kiwaniani, agli obiettivi e alle procedure, e assicurare i programmi di service del Kiwanis International, compreso il progetto: “Serving the children of the world”. 
La parola Kiwanis significa “Conosciamoci” ed è ciò che dobbiamo fare prima di iniziare ogni attività e prima di programmare ogni service.
Il kiwanis è un insieme di club ubicati in tutto il mondo, formati da soci attivi che si prefiggono il raggiungimento delle sei finalità, che ben conoscete perché li ascoltiamo all’inizio di ogni manifestazione. 
Il service invece è un progetto che applica la quinta finalità del Kiwanis cioè, “rendere un servizio altruistico e costruire una società migliore” Service che negli anni 90 era la “Carenza di Iodio”, progetto IDD, che ha dato ottimi risultati sia nella nostra provincia etnea e sia in tutto il mondo. Pensate che se oggi troviamo il sale iodato nei supermercati lo si deve proprio al Kiwanis.
Negli ultimi dieci anni invece l’attenzione del Kiwanis International è rivolta verso i bambini, e col motto “Servendo i bambini del mondo” lo impone ai club, nei progetti di service, come priorità uno. Resta inteso che non è il solo service e non è il solo scopo del kiwanis perché i club possono realizzare anche altri service rivolti alla comunità e al territorio in cui hanno sede.Il service “Servendo i bambini del mondo” ci da visibilità nel mondo intero, ed è per ciò, che nelle varie riviste kiwaniane e in internet sia il Kiwanis International, sia il Distretto Italia e sia la Federazione Europea ci impegnano a dare un senso vero al service. Quindi, se vogliamo ottenere ampi risultati dobbiamo  puntare su argomenti che interessano una moltitudine di bambini, trattare ad esempio i problemi degli asili nido che sono carenti, in Italia solo tre bambini su dieci trovano posto, la violenza sui minori, la sicurezza all’interno delle case, la sicurezza nelle scuole e nei parchi, e così via dicendo, per incidere poi nelle istituzioni interessate. 
Negli anni scorsi abbiamo avuto slogan diversi su che cosa è il kiwanis, modificati probabilmente dal significato che si è voluto attribuire in quel periodo. Quest’anno il governatore Valeria Gringeri ha voluto dare il significato più ampio, cioè, il Kiwanis è una organizzazione internazionale i cui soci sono impegnati a cambiare il mondo, un bambino ed una comunità alla volta.
L’UNESCO definisce il Kiwanis come una organizzazione di servizio che persegue concreti programmi al servizio della comunità e la trattazione dei problemi sociali locali, nazionali ed internazionali.
Ritornando al programma per il nuovo anno sociale vi dico subito che più che parlare di programmi parlerò dei seguenti obiettivi da raggiungere, cioè:
1. Una maggiore consapevolezza da parte dei soci affinché ognuno riscopra il piacere dell’appartenenza ai club Kiwaniani, che negli ultimi anni, per vari motivi che riguardano la nostra società moderna, ha avuto un calo di valori. 
2. Maggiore presenza del Distretto e maggiore visibilità del kiwanis all’interno dei club. 
3. Formazione di almeno uno o due club nell’area pedemontana etnea (per assicurare questo obiettivo nominerò uno o più chairman appositi).
4. Aumento della presenza femminile nei club (con il progetto donne).
5. Costituzione di almeno un K-kids o un Builders club in ogni club della divisione.
6. La realizzazione con successo delle due attività principali del Kiwanis: la Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e la Giornata del kiwanis.
7. La partecipazione massiccia agli studi kiwaniani.
8. La formazione degli officers per l’anno sociale 2010 – 2011 
9. La formazione kiwaniana dei soci che assicurerò io stesso con l’aiuto dei chairman della divisione .
10. La promozione alla partecipazione dei club all’obiettivo di Service del Distretto Italia “Diamo una Scuola all’Abruzzo”. 
Questi obiettivi spero di poterli raggiungere con la collaborazione dei Chairman di divisione e dei presidenti dei club.
Per quanto riguarda l’attività della luogotenenza vi posso dire che già,
il lavoro è iniziato dal mese di maggio. Ho avuto incontri con i presidenti, e i segretari designati degli otto club per “conoscerci” e per iniziare a programmare le attività dell’anno. Giorno 13 settembre abbiamo fatto un training per presidenti, segretari, tesorieri e cerimonieri designati che ha avuto successo, erano presenti 29 officers su 32 officers invitati. Dal mese di luglio ho iniziato le visite di contatto ai club, ho visitato il 25 luglio il club di Paternò e il 26 settembre il club di Zafferana. Vi assicuro che sono stati incontri proficui. I soci erano quasi tutti presenti e abbastanza interessati all’incontro, e il clima molto cordiale. 
Le attività che il Distretto Italia ci invita a programmare (in un certo qual modo obbligatorio) sono solo due:
La giornata internazionale dei Diritti dell’infanzia, che ricorre il 20 novembre, (giornata che come ho detto ai Presidenti preferirei che ogni club la programmasse nel proprio territorio per una maggiore visibilità nelle comunità dove operano). 
Il Kiwanis Day, che ricade la prima domenica di aprile, ma che coincide con la domenica di Pasqua (vedremo in seguito come programmarla).
Il Distretto Italia, inoltre, ci invita a partecipare:
1. Agli Studi kiwaniani nel mese di aprile 2010.
2. Al Corso di formazione nel mese di maggio.
3. Alla Convention Europea che si svolgerà a Taormina nei giorni 3, 4, 5 giugno.
4. Alla Convention del Distretto Italia che si svolgere a Verbania nel mese di settembre.
Nei giorni 11, 12, 13 dicembre avremo la visita alla divisione del Governatore Valeria Gringeri e organizzeremo vari incontri. Sabato 12 ci sarà la serata di gala in onore del Governatore, con la partecipazione di tutti i club.
Parteciperanno pure tutti i luogotenenti del Distretto Italia in quanto presenti a Catania per i lavori del Consiglio Direttivo del Distretto Italia programmato per il 12 dicembre.
Sempre nel mese di dicembre, il Chairman al Service Lucio Russo affiancato dalla Sig.ra Maria Pia Russo organizzerà una tombola natalizia per recuperare fondi per il service “Diamo una Scuola all’Abruzzo”. Se c’è la partecipazione di tutti i club sarà a livello divisionale oppure sarà un interclub con i club che vorranno partecipare.
Colgo l’occasione infine per ricordare agli officers e ai consiglieri in carica 
di programmare attività solo con finalità kiwaniane, cioè di interesse del territorio e delle comunità in cui ha sede il club, con precedenza alla comunità dei “Children” cioè dei piccoli e giovani bisognosi. 
Di programmare inoltre attività che favoriscano “il raggiungimento dei più alti livelli sociali, lavorativi e professionali” nel rispetto della terza finalità kiwaniana, e che incoraggino la formazione di “amicizie stabili” – nel rispetto della quarta finalità kiwaniana – e che nello stesso tempo, le attività siano gradite ai Soci o meglio ancora di interesse dei Soci.
A questa ultima raccomandazione ci tengo in modo particolare, perché dobbiamo riportare il kiwanis ai valori di un tempo quando i soci si sentivano più kiwaniani di oggi.
Grazie per avermi ascoltato con tanta attenzione. 
                                                                                                              Giuseppe Geremia  
                                                                                                                   Lgt. Gov. Divisione Sicilia 2